domenica 6 febbraio 2011

Il treno sotto la finestra

"Non perdere l'occasione!"
"Cogli l'attimo!"
"Il treno passa una sola volta!"

Quante volte la pubblicità coglie la nostra attenzione con frasi come queste?


Probabilmente fa così presa sul nostro inconscio perchè sappiamo che ci stiamo perdendo qualcosa, ma non sappiamo bene cosa.

Ma cos'è questo treno che abbiamo continuamente la sensazione di perdere?

La nostra vita ci ha insegnato, in qualche modo, che ogni esperienza ha un tempo per esser colta.
Come gli anni che passano, le stagioni che finiscono, il Sole che muore ogni giorno.
E allo stesso modo ci ricorda che le esperienze tornano ciclicamente.
Ma non per sempre.

E allora la saggezza dell'uomo ci ripete da milleni che è meglio oggi, piuttosto che domani.
Se so già cosa voglio fare, perchè farlo domani?
Se non lo so, perchè rimandare a domani la domanda?

La parte di noi che non vuole prendere quel treno, ci dice che domani siamo sempre in tempo.
Il problema è che domani ci siamo dimenticati della destinazione, del treno e anche della stazione.
Ci riappisoliamo, nella speranza che il prossimo fischio di treno ci svegli.
Ma ogni volta il sonno è più profondo e il fischio più debole.

Vegliamo sempre, perchè non sappiamo nè il giorno nè l'ora.
Compriamo il biglietto e andiamo in stazione.
Non ho visto molti treni passare sotto casa : )

"Dum loquimur, fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero."

Orazio

2 commenti:

Anonimo ha detto...

....e già
e siamo ancora qua

leo van pinto ha detto...

Anche la pioggia e' cambiata!
Ultimamente e' sempre triste!

Lei sa che non siamo piu' gli stessi.
Lei sa che non avrem piu' tempo
per giocare con lei!